Indice proporzioni

Volute e teste di volute in proporzione aurea

La voluta che ho disegnato è una spirale logaritmica chiamata spirale aurea.

Come si intuisce ho usato le misure proporzionali trovate disegnando il rettangolo in cui inserire l’insegna.

( Sia il disegno in scala, che in 1:1 è stato eseguito con il compasso tralasciando lo scostamento che c’è tra la costruzione matematica e la costruzione  empirica facendo centro via via in un angolo del quadrato e raggio sul suo lato.)

Tutte le volute sono state eseguite con questa proporzione, naturalmente la sezione del ferro indicherà l’ampiezza della spirale stessa.

Ovvero a sezione uguale corrisponderà un riccio uguale, più grossa la sezione più ampia la dimensione della voluta e viceversa.

Qui si può vedere dove ho inserito la spirale che da il movimento a tutto il braccio.

Per costruire la rastramatura delle volute  dove sistemerò le decorazioni (sono volute che si assottigliano verso lo zero) ho usato la sequenza  di Fibonacci

1-1-2-3-5-8-13 ecc.

Naturalmente la rastramatura nelle volute più grosse ha una determinata lunghezza  in quelle più piccole la lunghezza sarà proporzionale.

Per trovare l’allarganento iniziale di una spirale aurea si può procedere in questo modo:

Prendo la sezione del ferro C la moltiplico per Φ e ottengo la sezione B poi faccio la stessa cosa con B e ottengo la sezione A oppure  sommo C + B che mi dà comunque A.

(Faccio un esempio con i numeri se C ha 20 mm B avrà 20 x Φ cioè 32,36 e A naturalmente 52,36 )

Quella che ho descritto sopra è solo una delle tante costruzioni che si possono ottenere, dipende dall’esigenza che uno ha.

 Un altro tipo di costruzione può essere questa a destra.

Dove il trapezio piccolo è lungo la somma dei due numeri aurei successivi alla sezione della voluta e il trapezio più grande è semplicemente proporzionale a quello piccolo.

Per fare il riccio in alto del braccio portante ho fatto la costruzione che si vede qui accanto:

ho diviso in proporzione la sezione del profilo fino a trovare uno spessore congruo, di seguito ho utilizzato questo spessore con la sequenza di Fibonacci

E’ decisamente una costruzione strana ma non è per niente inedita e a ogni modo è formalmente corretta.

Quest’ultimo esempio al vero

smallCLAUDIO INSEGNA 307