Una ringhiera sulla piazza – Costruzione – Il paletto verticale
Ora che sono pronte le foglie e i fiori procedo con il saldarle sul palo verticale.

All’inizio della lavorazione è un profilo di sezione quadrata ma da dove iniziano le foglie fino alla fine diveta tondo dopo la battitura per saldare le foglie, naturalmente ho battuto anche i punti intermedi per consonanza.

Questa è la foto del mio disastroso tavolo di montaggio

Si inizia con l’elemento più alto si fissano le quattro foglie e poi si passano alla forgia e al maglio.
Per agevolare il lavoro di bollitura è meglio puntarle con la saldatrice, in caso contrario è un casino.In ogni caso questo procedimento è spiegato molto bene nel libro di Achim und Helgard Kuhn Metallgestaltung
Qui si vede al vero la prima forgiatura eseguita
La battitura sul bocciolo.
Non servono commenti sono semplicemente le lavorazioni intermedie
La foto al vero mentre stavo facendo questo passaggio, si nota (ingrandendo la foto) che i passaggi non sono così lineari per tutti i ferri, ma questa è una questione di metodo di riscaldo, mi andava bene scaldare i pezzi in modo alternato, e come si vede qualche paletto è alla seconda fase del lavoro e qualcuno alla terza.
Ora dopo una radrizzata si fissano i fiori, ho costruito il chiodo per ribattere direttamente sul bocciolo del fiore, una volta fatto questo il paletto verticale è quasi finito. L’ultimo lavoro è quello di tagliare i paletti tutti uguali allo scopo si costruisce una sagoma e in questo modo non ci saranno sorprese nell’assemblaggio.Le sorprese sono semplicemente dovute al fatto che assemblando le foglie il ferro si allunga da qui la neccessità di tagliare i paletti a forgiatura conclusa.La fase seguente indica come ho costruito la parte inferiore della ringhiera.

 Presentazione

Il rifiuto di un’idea

 La mia proposta bocciata

La proposta accettata

Progetto

Progetto per la foto finale

Costruzione – I fiori

Costruzione – Le foglie

Costruzione – Il paletto verticale

Costruzione – La parte inferiore

Costruzione – Il corrimano

 Relazione finale del lavoro


 Adriano Cortiula, fabbro ferraio in Tricesimo