Indice degli articoli relativi all’insegna barocca

 

L’insegna barocca – Presentazione – Collocazione storica e geografica

Che funzione deve svolgere un’insegna a bandiera?

 

Deve semplicemente attirare l’attenzione delle persone sulla scritta che pubblicizza il luogo dove si svolge una determinata attività. 

Le insegne nelle epoche in cui non c’era la corrente elettrica, di giorno svolgevano una funzione egregia, mentre nelle notti di pioggia un po’ meno. Svolgevano una cattiva funzione anche quando su una strada se ne trovavano troppe, solitamente all’epoca vie strette e anguste erano la regola, basti pensare alla Gerunkegasse di Salisburgo, se uno si trova in cima alla strada vede solo una gran confusione sopra la testa e le insegne annullano il loro effetto visivo a vicenda. 

Al giorno d’oggi questo tipo di insegna non serve assolutamente a niente e chi la desidera, la richiede solo per un anacronistico capriccio personale.

Un’insegna al neon costa molto meno, si nota molto di più ed è funzionale anche nelle notti senza luna, basti pensare che le insegne più efficienti di tutti i tempi sono le insegne luminose di Las Vegas (Nevada USA)  

In ogni caso non cerco e non do una motivazione particolare a questo lavoro anacronistico e superfluo.. 

Cerco invece di dare qualche spiegazione sulla realtà storica delle insegne in Carnia. 

In Carnia nel corso della mia vita non ho mai visto nessuna insegna degna di questo nome, indubbiamente c’è qualche pessimo braccio di sostegno in qualche paese, di cui anch’io ho contribuito alla realizzazione. 

Ho visitato il locale museo delle arti e tradizioni popolari e neanche lì non c’è niente che riporti a questo tipo di lavoro. 

 Il fatto che non si trovino insegne in Carnia non è strano, innanzitutto non riesco a capire cosa ci sarebbe stato da pubblicizzare, in secondo luogo, chi era abbastanza ricco da potersi permettere

 un’insegna barocca? e in ultima analisi, dove andavano a prendere un fabbro che avesse le conoscenze specifiche per realizzarla senza errori?

È ovvio che quando uno fa una ricerca del genere, non guarda a delle brutte copie realizzate da orecchianti del mestiere, pertanto spero che i miei conterranei non se l’abbiano a male se affermo che in Carnia non c’è mai stata un’insegna barocca o neo barocca. 

Tirando le conclusioni dopo questa superficiale analisi, senza ombra di dubbio se esiste una zona in tutta l’Europa occidentale di cui lo stile esuberante del barocco è completamente estraneo questa è la Carnia pertanto lavori in questo stile posizionati in quella zona c’entrerebbero come i cavoli a merenda e nessuna persona con un minimo di intelligenza farebbe mai una cosa del genere.

In questo contesto io, Adriano Cortiula di professione fabbro, nell’anno del Signore 2007 ho deciso di fare un’ insegna neobarocca, e posizionarla a Treppo Carnico tra i monti della Carnia.

 

 

 

 

Indice degli articoli relativi all’insegna barocca

 

 


 Adriano Cortiula, fabbro ferraio in Tricesimo