Indice ancoraggi Indice dei vuoti
Fissaggio al soffitto
 Non è un caso particolarmente frequente, ma esiste.

Per questo ne parlo.

Il problema principale di un ancoraggio del genere è l’altezza.

Una ringhiera normale ancorata solo al pavimento ha un’altezza di circa un metro, quindi la leva di spinta (per legge la spinta deve essere tra i 200 e i 400 kg metro) si trova al massimo a quell’altezza, mentre una ancorata solo al soffitto ha una leva minima di 140/160 cm all’altezza del corrimano e una massima di 240/260 cm sul longarone inferiore.

E’ evidente che costruire ancoraggi con sezioni di acciaio esili provoca grandi problemi di stabilità. Il disegno a fianco pur essendo corretto non è stabile, a parte il caso che i profili siano di una dimensione assurda.
Neanche riunendo i verticali con un longarone basso orizzontale si risolve il problema.
Per risolverlo servono degli ancoraggi molto importanti i quali vanno sempre ad interferire con il disegno del parapetto.

Questo è il motivo principale per cui quando si disegna una ringhiera del genere non basta avere le idee chiare sul parapetto, ma bisogna prendere in considerazione anche gli ancoraggi come elemento fondamentale del disegno.

Questo è un disegno interrotto tra gli ancoraggi e il parapetto.Pur essendo, (sui montanti che vanno al soffitto,) un disegno ininfluente , basta per rendere perfettamente l’idea di come si può continuare il motivo nella parte inferiore.
Graficamente può essere una soluzione, ma è ovvio che le staffe di fissaggio non possono essere a un solo perno.

Consultare il post Staffe e ancoraggi

 

 


 Adriano Cortiula, fabbro ferraio in Tricesimo